Translate

RACCONTI EBOOK FREE

giovedì 13 settembre 2012

Les Poètes maudits: rubbrica a cura di Raccis Fabrizio

 Purpurea malerba: le poesie di Antonella Borghini


Poesie d'amore, scritte con amore.. ma non solo

La copertina del libro "Purpurea malerba"
Ho trovato nelle poesie di Antonella Borghini un qualcosa di veramente speciale, colpisce in questa raccolta “Purpurea malerba” l'articolazione dei versi innescati in attimi di profonda sincerità. Il parlare, il raccontare delle emozioni con immagini ed espressioni che catturano perfettamente il concetto che l'autrice vuole declamare.

Come potrei
ditemi
come potrei
morire
se altro non ho che il sogno..

Sono poesie che come dice l'autore della premessa, vanno assaporate delicatamente un po' per volta, senza farne indigestione. Sono poesie che vanno gustate come un buon vino rosso, pian piano così da poter percepire ogni sfumatura che esso contiene.
Oggi fare poesia sappiate, è divenuto un compito arduo vista la velocità di pensiero, la perdita di valori, l'incapacità di comunicare se non da dietro uno schermo. In questi versi vengono a galla le pure emozioni spoglie di ogni meccanismo virtuale e complesso, in evidenza anche un omaggio al celebre D'annunzio nella po
esia “ Gelosa mente” che denota un forte attaccamento alla forma poetica d'altri tempi.

Nella lirica Ad ogni nuovo tramonto il destino diviene un tramonto che giorno dopo giorno malgrado il volta faccia dell'autrice, ritorna sempre là, sullo stesso punto, alla stessa ora e attende instancabile l'affollarsi ingenuo di speranze. Un orizzonte precario che si fa seguire in una linea che si ripete all'infinito.

Ogni poesia è una miscela di emozioni che lettura dopo lettura diviene più chiara e comprensibile agli occhi del lettore. Nella premessa del libro vi è per inciso anche un manuale per le istruzioni, un manuale di lettura per queste liriche che a parer mio si fanno leggere, ascoltare, capire pur senza una spiegazione plausibile. Per questo spero che ogni lettore possa avere la giusta percezione di questi versi, un estratto breve ma di intensi sapori.