Translate

RACCONTI EBOOK FREE

venerdì 24 febbraio 2012

Il mio canto si leva, a Ulisse




Il mio canto si leva a Ulisse,
si trascina nelle viscere
segue la scia di una nave.
Temerario sibilo degli Dei,
imprechi!
Il mio canto si leva
sulla punta del molo,
viaggia su i venti tiepidi
del perditempo.
A raccontar battaglie,
di morti, di ricordi solitari,
di segni sbiaditi sulla carta umida
di questa Odissea.



di Raccis Fabrizio 12\09